Alcuni uomini vedono le cose per quello che sono state e ne spiegano il perché. Io sogno cose che ancora devono venire e dico, perché no. _Kennedy_

sabato 24 agosto 2013

Una bambola nata tra gli scampoli

Una delle cose che mi sarebbe sempre piaciuto fare fin da piccola era una bambola: mi piacevano le bambole di porcellana con i loro bei vestiti di velluto e mi piacevano le bambole con i capelli di lana, che indossavano gonnelloni a quadretti! Odiavo i "bambolotti" classici con la testa di plastica quelli con cui hanno giocato tutti i bambini, ma che io ho sempre detestato: quando mi hanno regalato il primo ho pianto così tanto che hanno dovuto riportarlo indietro!

Settimana scorsa (dopo circa .. 20 anni!) ho deciso di tagliare il modello di una bambolina semplice semplice e ho deciso di farlo insieme alla mia bimbetta: è partito tutto un taglia e cuci e ci siamo un po' bucate le manine, ma alla fine il corpo della bambola c'è:

e come vedete ci sono anche il sottogonna, la gonna e il capellino!! Si a vederli così ci va un po' di fantasia, ma non demordo..
La cosa bella è che sono tutte stoffine di recupero: il corpo è stato tagliato su una stoffina che acquistai quando ero al quarto mese di gravidanza e volevo a tutti i costi fare una camicina a mia figlia.. si volevo e poi è rimasta lì per 5 anni e 5 mesi!. La gonna e la parte esterna del cappellino sono avanzi che giacevano nell'armadio di mia nonna, poi in quello di mia mamma.. va beh ora li ho io, mentre l'interno del cappellino è di pile rosa, avanzato dalla vestaglia fatta 2 anni fa a mia figlia..

Ora non mi resta che cercare un bordino bianco da mettere sul fondo della gonna e ho deciso di cercarlo in quella matassa disordinata che c'è nell'armadio, è una matassa fatta di avanzi e pezzi trovati al mercato in svendita. Infine per attenermi in tutto e per tutto al recupero ho appunto "recuperato" il contenitore con i colori acrilici che avevo acquistato una decina di anni fa quando avevo prodotto una serie di scatole rivestite di stoffe oppure dipinte: ho trovato un pennello nuovo e 6 colori ancora in buona salute, quindi non mi resta che dipingere.

Mentre cucio o almeno ci provo e mentre cerco i vari pezzetti mia mamma veste "la sua bambolina" ovvero la sua nipotina e nascono una serie di abitini davvero belli e rifiniti con precisione, quella precisione che non si trova nei negozi comuni per bambini: sono vestiti fatti con cotonine preziose e bottoni di madreperla, passamanerie e colori cercati in merceria ad hoc per quel vestito, ma questa è un'altra storia, un altro post perché sono quelli che mia figlia chiama "i vestiti della nonna".

"Mia nonna ha una macchina da cucire e un sacco che fanno tutto: la macchina prende tutti i fili colorati che ci mette e nel sacco c'è tutto quello che le serve: disegni e stoffe colorate, ma se li tiro fuori si arrabbia. Se manca qualcosa vado con lei in "marceria" e troviamo tutto. La nonna sa fare tutto e ha una bella scatola di bottoni colorati..."

La parola chiave è "colorati"!!!

A presto
Eli

Nessun commento:

Posta un commento